Articoli marcati con tag ‘imposta ecclesiastica’

Ct. NE: Philip Morris non versa più l’imposta ecclesiastica

domenica, 28 novembre 2010

Tempi di magra per le Chiese riformate, cattolica romana e cattolica cristiana del canton Neuchâtel. Philip Morris, infatti, non versa più l’imposta ecclesiastica. Una cifra tra il 10 e il 20% dei loro budget.

In una nota, le tre Chiese lamentano di essere state messe davanti al fatto compiuto nel corso di un incontro con rappresentanti della multinazionale del tabacco e del governo cantonale neocastellano. Dal canto suo, in una presa di posizione, la Philip Morris spiega che il nuovo regolamento interno della società esclude donazioni a cause religiose e che tutte le parti in causa erano state informate due anni fa del probabile cambiamento.

Il taglio ha effetto immediato e dunque mette in difficoltà le tre entità ecclesiastiche, che nell’esercizio 2010 hanno già effettuato spese preventivando l’entrata del contribuito di Philip Morris. Numerose prestazioni garantite dalle Chiese alla popolazione, “senza distinzione d’origine e di religione” sono così messe a repentaglio, si legge nel comunicato. Fra le prestazioni in pericolo, figurano la presenza regolare di cappellani in ospedali, case di riposo, carceri, come anche la capacità di rispondere a tutte le richieste di celebrare cerimonie funebri.

Gabriel Bader, presidente del Consiglio sinodale della Chiesa riformata neocastellana (EREN), ha dichiarato all’agenzia ProtestInfo che la decisione è giudicata con severità. “Non sono certo che lo Stato realizzi l’impatto” della misura, ha aggiunto.

La Philip Morris puntualizza tuttavia di avere avvertito le chiese sin dalla fine del 2008 dell’eventualità di un’interruzione del sostegno finanziario. La decisione definitiva è stata confermata allae chiese e alle autorità cantonali all’inizio dello scorso ottobre. La società sottolinea d’altra parte che continua a versare contributi per altre attività caritative e d’interesse pubblico nel cantone.

La sede amministrativa di Philip Morris si trova a Losanna. A Nauchâtel la multinazionale americana ha una filiale specializzata nel settore delle esportazioni. A differenza di altri cantoni, a Neuchâtel l’imposta ecclesiastica non è obbligatoria.

http://www.swissinfo.ch/ita/societa/Neuchatel:_Chiese_senza_soldi_delle_bionde.html?cid=28893190