Archivi per la categoria ‘Uncategorized’

TI: chiesa protestante tra statistiche e realtà

lunedì, 14 novembre 2011

In un recente commento sulla Tessinerzeitung, il pastore responsabile per il Malcantone, T.E. Ulbrich cerca di spiegare il calo, drastico, dei fedeli della chiesa evangelica riformata in Ticino, passati dai 17730 censiti nel 2000 agli attuali 5600. Le ragioni starebbero da un lato nel fatto che nell’ultimo decennio i comuni non rilevano più la confessione degli abitanti, e dall’altra nei mutati flussi migratori verso il Sud della Svizzera. Negli anni 60-70 erano soprattutto dei pensionati a valicare il Gottardo in cerca di un posto gradevole dove passare la terza età, molti dei quali deceduti nel frattempo. Il Ticino continua tuttavia ad attirare nuovi residenti, ma oggi si tratta in prevalenza di persone che vi si stabiliscono per motivi di lavoro. In genere sono più giovani e  tendenzialmente distaccati dalle chiese.

Italia – Giornata nazionale del testamento biologico

martedì, 8 novembre 2011

Sulla mia vita scelgo io – questo il motto della Giornata nazionale del testamento biologico che si svolgerà a Udine il prossimo 19 novembre ed organizzato dal Coordinamento Laico Nazionale, di cui fa parte anche l’UAAR. Vedrà l’associazionismo laico italiano rivolgersi alla cittadinanza, e dunque agli elettori, per riaffermare il diritto all’autodeterminazione, messo fortemente in pericolo dal clericalismo dilagante in Italia. E di cui il giorno prima si avrà l’ennesima dimostrazione vedendo i politici in fila davanti al cardinal Bagnasco in occasione del convegno di Scienza e vita.

Fonte: UAAR.

Il papa attacca l’ateismo, UAAR replica: “La sua è cattiva coscienza”

sabato, 29 ottobre 2011

Josef Ratzinger torna a diffamare gli atei. Leggiamo, sul sito della UAAR: “Doveva essere una giornata di riflessione e di dialogo: ma Benedetto XVI, che pure vi aveva invitato quattro non credenti, ha trasformato il meeting di Assisi nellʼennesimo attacco agli atei. “L’assenza di Dio”, ha sostenuto il pontefice, sarebbe causa di violenza e persino dei campi di concentramento, perché la negazione del divino “corrompe lʼuomo, lo priva di misure, gli fa perdere lʼumanità”. Per contro, lʼuso della violenza in nome della religione sarebbe soltanto “un utilizzo abusivo della fede cristiana”. (…) Raffaele Carcano, segretario dell’UAAR, ricorda al papa che “… che in nome dell’ateismo non è stata mai combattuta alcuna guerra, e che i paesi con il maggior numero di atei sono anche quelli dove il tasso di criminalità è minore”. Quanto ai campi di concentramento, conclude  “essi sono il frutto del millenario antisemitismo cristiano. Adolf Hitler credeva in Dio, mentre gli atei erano fuorilegge durante il nazismo. Il motto della Wehrmacht era “Dio è con noi”: Ratzinger lo sa benissimo, avendo servito nell’esercito tedesco”.

Fonte: Sito UAAR; Discorso integrale di J. Ratzinger

Germania: La curia guadagna con romanzi porno?

sabato, 29 ottobre 2011

MILANO- Il sasso, pesante, l’ha lanciato “Die Welt”, serioso e conservatore giornale tedesco, qualche giorno fa: «La Chiesa cattolica guadagna un capitale grazie al porno». Un’accusa che ha destato grande scandalo in Germania. I fatti: la Weltbild, una delle più grandi case editrici tedesche, è posseduta al 100% dalla Curia. Ebbene, nel suo portfolio, non si annoverano solo bibbie e testi sacri, ma testi sull’esoterismo e la magia o bestseller come Il Codice da Vinci di Dan Brown, mai troppo amato negli ambienti clericali per le sue interpretazioni eterodosse (…) Continua sul Corriere della Sera.

Francia: battesimo va cancellato completamente dai registri se il cittadino lo desidera

martedì, 25 ottobre 2011

Come riportato dalla Fédération nationale de la libre pensée, il tribunale provinciale di Coutance in Normandia ha imposto al vescovo di radiare totalmente  il nome e gli estremi degli sbattezzandi. La semplice annotazione a margine dell’iscrizione del battesimo sarebbe infatti in contrasto con l’articolo 9 del codice civile sulla privacy, in quanto rende pubblici dei dati riservati della persona. La sentenza dà ragione ad un cittadino che si era opposto a tale prassi comunemente seguita dalla chiesa cattolica. Non voleva finire su un “elenco degli apostati”, qualifica che in passato si è rivelata a dir poco rischiosa. A nulla sono valsi i timori esternati dal legale della controparte che la sentenza possa incoraggiare decine di migliaia di persone a chiedere che i loro nominativi vengano cancellati  totalmente, “con inchiostro nero indelebile”, dai registri parrocchiali.

Leggi la notizia originale.

Vaticano: Attacco al liberismo, serve “governo mondiale”

martedì, 25 ottobre 2011

Italia – Il Vaticano chiede una «riforma del sistema finanziario e monetario internazionale», «una autorità pubblica universale» che governi la finanza. Chiede «multilateralismo» non solo in diplomazia ma per «sviluppo sostenibile e pace». Denuncia il rischio di una generazione di «tecnocrati» che ignori il bene comune. Il Vaticano chiede inoltre di tornare al «primato della politica» sulla «economia e la finanza». E tra gli obiettivi a medio termine propone per questo la creazione di una Banca centrale mondiale e l’introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie. Ma soprattutto fa sua una dura presa di posizione contro il liberismo accusato di essere causa della crisi. E’ quanto emerge da un documento pubblicato dal Pontificio «Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale nella prospettiva di un’autorità pubblica a competenza universale».

Fonte: Corriere della Sera

Stato rimanga laico per garantire la pace nel paese

venerdì, 14 ottobre 2011

Berna – La commissione delle istituzioni politiche del consiglio degli stati ha respinto un’iniziativa parlamentare (mossa dalla consigliera nazionale Ida Glanzmann (PPD,LU) che richiede una modifica della costituzione federale affinché siano permessi in modo esplicito simboli della cultura cristiano-occidentale nello spazio pubblico – precedentemente accolta della commissione omologa del consiglio nazionale. Oltre a non vedere seriamente in pericolo croci e simili, si è ritenuto che – storia docet – privilegiare una religione rispetto alle altre potrebbe compromettere la pace nel paese.

Denkfest Zurigo – un gran successo di pubblico

domenica, 11 settembre 2011

Molto positivo il bilancio che i Liberi Pensatori Svizzeri possono tirare del primo Denkfest di Zurigo – una quattro giorni dedicata alla scienza, allo scetticismo e all’intrattenimento intelligente.
Dall’8 all’11 settembre oltre 400 persone hanno colto l’occasione di incontrare una quarantina di esperti provenienti dai quattro angoli della terra per dibattere dell’importante questione cosa possa, nella nostra società e cultura, valere come sapere comprovato. Al tempo stesso, 150 partecipanti si sono riuniti per uno scambio diretto con dei blogger di spicco sulla scena internazionale. La serata con il cabarettista-fisico tedesco Vince Ebert e la proiezione del film “Die Mondverschwörung” (La cospirazione lunare) hanno a loro volta suscitato un’eco favorevole.
Si è trattato della prima conferenza di questo genere nell’area germanofona. Ha permesso di gettare un ponte fra mondo accademico e pubblico interessato e critico, offrendo altresì un luogo d’incontro alla rete virtuale del movimento degli “skeptics”. Il pubblico ha espresso chiaramente il suo gradimento e il desiderio di continuare l’esperianza iniziata.

Lugano, 7 settembre 2011: AGORA – serata cinematografica

lunedì, 29 agosto 2011

Crocifisso a Cadro, altro ricorso

mercoledì, 13 luglio 2011

CdT
La vicenda del crocifisso alle scuole di Cadro finisce al Tribunale cantonale amministrativo. Il docente contrario all’esposizione del simbolo ha inoltrato un ricorso contro la recente decisione del Governo, che a maggioranza aveva appoggiato l’esposizione. La posizione del CdS  ha seccato non poco l’Associazione Svizzera dei Liberi Pensatori, Sezione Ticino, solidale con la scelta del professore di portare avanti la causa.

http://www.cdt.ch/ticino-e-regioni/cronaca/47406/crocifisso-a-cadro-altro-ricorso.html