TI: Risultati del sondaggion per i candidati alle elezioni

RISULTATI DEL SONDAGGIO PER I CANDIDATI ALLE ELEZIONI DEI MUNICIPI NEI FUTURI COMUNI DI
MENDRISIO, LUGANO E TERRE DI PEDEMONTE

C O M M E N T O – A N A L I S I
D E L  S O N D A G G I O

L’associazione Svizzera dei Liberi Pensatori, sezione Ticino, tiene innanzitutto a ringraziare di cuore i politici che hanno partecipato al suo sondaggio elettorale con risposte intense ed esaustive. La democrazia, soprattutto quella di rappresentanza, è e deve essere dialogo e siamo felici che si siano messi in gioco anche coloro che non si trovano sulla stessa lunghezza d’onda della nostra associazione.

Inizialmente sono stati interpellati 71 persone, candidate alle prossime elezioni comunali di Mendrisio, Lugano e Terre di Pedemonte, così suddivisi:

Mendrisio: 6 candidati per la Lega, 1 per l’UDC e Verdi, 7 per il PLR, 7 per il PS;

Lugano: 7 per la Lega, 7 per l’UDC, 1 per i Verdi, 7 per il PLR, 6 per il PS, 1 per il PC, 5 per Area Liberale;

Terre di Pedemonte: 5 per la Lega, 5 per il PLR, 5 per la Sinistra.

I candidati municipali che han risposto al nostro sondaggio sono:

Badaracco (PLR); Banfi (PLR); Bosia Mirra (PS); Cappelletti (PC); B. Caverzasio (PLR); Comi (PS); Crivelli Barella (VERDI); Galeazzi (UDC); Garbani Nerini (PS); Gehring (PS); Maffioretti (PS); Masoni Brenni (PLR); Pamini (AL); Pereira Mestre (PLR); Pesciallo (AL); Pina (PLR); Ortelli (LEGA); Ravasi (PLR); Siccardi (AL); Walder (UDC); Zanini Barzaghi (PS); Zoppi (PS).

Poco più di un quarto degli interpellati. Non molti, tuttavia sufficienti a delineare una mappa delle possibili scelte elettorali.Visti i risultati, l’ASLP-TI nota con favore che i candidati

Zoppi (PS) e Cappelletti (PC) a Lugano;

Comi, Bosia Mirra, Gehring e Maffioretti (tutti PS) a Mendrisio

hanno una coscienza laicale particolarmente accentuata.

L’ASSOCIAZIONE QUINDI GARANTISCE LORO IL SUO APERTO SOSTEGNO!

Una menzione particolare va fatta anche a F. Cavalli, candidato per il Consiglio Comunale delle Terre di Pedemonte, che già ha dimostrato in anni di servizio in Gran Consiglio di avere a cuore, come pochi altri in questo Cantone, la laicità delle istituzioni.

In generale, dalle risposte possiamo notare che i candidati al Municipio hanno una certa sensibilità verso una società pluralistica e in genere libera. Questa realtà ci fa molto piacere, siccome denota la volontà, perlomeno teorica, di dare uguaglianza di opportunità a tutti nel dibattito politico, quindi anche a chi non crede.

Tuttavia notiamo, non senza una vena di inquietudine, che alla maggioranza dei partecipanti al sondaggio non dà fastidio (o comunque non percepisce) che la Chiesa ticinese partecipi in modo decisamente ingombrante alla politica cantonale. Purtroppo come Liberi Pensatori costatiamo che sui media (e non solo!) di questo Cantone la presenza della propaganda religiosa sia una costante. La Chiesa esercita ancora un fascino mediatico che, in particolare sulle reti pubbliche, non è facile da mettere in discussione.

Accogliamo con favore la decisa opposizione della metà dei partecipanti alla congrua. Evidentemente l’idea che la chiesa vada avanti con le nostre tasse comincia a dare fastidio.

Un punto che ci sta a cuore, ovvero il mantenimento e l’incentivazione finanziaria di educazione e ricerca, è stato condiviso da quasi tutti i candidati. Speriamo ardentemente se ne ricordino una volta giunti in Municipio.

Dalle risposte date possiamo infine notare alcune tendenze partitiche.

Che Area Liberale fosse particolarmente vicina alle idee religiose era noto.

Troviamo invece rilevante notare che il PLR si collochi ormai in posizione neutrale e non antagonista alla chiesa.

Il PS vede, come a livello cantonale, due anime discordanti fra loro, una molto laica e un’altra che sospende il suo giudizio.

I Comunisti sono particolarmente laici.

Infine Verdi, Lega e UDC si dimostrano un po’ ondivaghi.

Per l’ASLP-Ti, il presidente: Giovanni Barella
p.s.: chi desiderasse avere il dettaglio delle risposte di un qualche candidato le può richiedere scrivendo all’indirizzo e-Mail: redazione.libero.pensiero@gmail.co

3 Commenti a “TI: Risultati del sondaggion per i candidati alle elezioni”

  1. Pierluigi Paganetti scrive:

    Complimenti vivissimi per l’intelligente iniziativa e speriamo che tutti diventino sempre più laici.

    Saluti Pierluigi

  2. Paolo Pamini scrive:

    Buongiorno,

    mi complimento ancora una volta con voi per l’iniziativa, ma trovo molto strano che non sia possibile pubblicamente leggere le risposte dei candidati.

    Il vostro sondaggio pecca pertanto di trasparenza e non permette all’elettore di percepire sfumature per lui potenzialmente importanti. Non capisco perché tutto lo sforzo profuso da voi nell’organizzazione e da noi candidati nel rispondere venga poi ridotto a meno di una pagina A4 di commenti.

    Le mie risposte sono subito state rese pubbliche su http://www.ticinolibero.ch/?p=122562 e così a disposizione di tutti gli elettori per stimolare un vero dibattito sulla laicità.

    Auguri di felice Pasqua
    Dr. Paolo Pamini, AreaLiberale

  3. giovanni barella scrive:

    Buongiorno Signor Pamini e grazie per i complimenti.
    Non ci è stato possibile pubblicare tutte le risposte del sondaggio a causa dello spazio che avrebbero occupato. Per ovviare a questo abbiam pensato, come già avrà letto, di lasciare libertà di richiesta delle risposte dei candidati (tutti o a scelta) ad ogni singola persona veramente interessata.
    Come promotori già ci siam permessi di considerare e vagliare le, come dice lei, sfumature presenti, in funzione dei principi costituzionali e legislativi che sanciscono la laicità nella nostra società: le candidate ed i candidati che hanno dimostrato globalmente una particolare coscienza in tal senso sono state/i elencate/i.
    In ultimo mi permetta, senza provocazione alcuna, di dissentire dalla sua ultima affermazione: non credo (e non sono il solo) che lei abbia reso pubbliche le sue risposte per stimolare un vero dibattito, ma più che altro per farsi conoscere. Implicitamente ha tuttavia dato risonanza anche alla nostra Associazione e di questo la ringrazio in nome di tutti i nostri soci.
    Con i più cordiali e laici saluti,
    Giovanni Barella, presidente ASLP-Ti

Lascia un Commento