Tribunale Federale: tutti paghino i costi delle chiese

Comunicato stampa in merito alla sentenza del TF 2C 360/2010 del 22 novembre 2010

Il Tribunale Federale ritiene che il pagamento degli stipendi dei pastori riformati a carico delle imposte generali, come avviene nel Cantone di Berna, non viola la libertà religiosa dei cittadini aconfessionali. I giudici hanno pertanto respinto il ricorso di una libera pensatrice che si era opposta all’obbligo di contribuire alla retribuzione del clero invocando l’articolo 15 della nuova Costituzione federale del 1999. L’Associazione Svizzera dei Liberi Pensatori ne prende atto con rammarico. Il Tribunale Federale avvalla per l’ennesima volta le giurisdizioni cantonali che tassano indiscriminatamente le persone fisiche e giuridiche a favore delle comunità religiose riconosciute dallo Stato.

Occorre una rigorosa separazione fra stato e chiesa per porre fine a tali prassi di sovvenzionamento.  L’ASLP cercherà ora delle alleanze politiche per realizzare questo obiettivo.

Lascia un Commento