TI: chiesa protestante tra statistiche e realtà

In un recente commento sulla Tessinerzeitung, il pastore responsabile per il Malcantone, T.E. Ulbrich cerca di spiegare il calo, drastico, dei fedeli della chiesa evangelica riformata in Ticino, passati dai 17730 censiti nel 2000 agli attuali 5600. Le ragioni starebbero da un lato nel fatto che nell’ultimo decennio i comuni non rilevano più la confessione degli abitanti, e dall’altra nei mutati flussi migratori verso il Sud della Svizzera. Negli anni 60-70 erano soprattutto dei pensionati a valicare il Gottardo in cerca di un posto gradevole dove passare la terza età, molti dei quali deceduti nel frattempo. Il Ticino continua tuttavia ad attirare nuovi residenti, ma oggi si tratta in prevalenza di persone che vi si stabiliscono per motivi di lavoro. In genere sono più giovani e  tendenzialmente distaccati dalle chiese.

Lascia un Commento