La voce degli umanisti europei si fa sentire

Come si legge nel recente comunicato, il Consiglio d’Europa ha accolto le richieste della European Humanist Federation (che riunisce le associazioni atee europee) di partecipare  alle consultazioni di carattere sociale ed etico al fianco e con pari diritto delle tradizionali organizzazioni religiose. Questo riconoscimento è frutto dell’impegno del presidente dell’EHF, Mr. Pollock, che a lungo ha dialogato con le autorità comunitarie.

Leggi il testo in francese.

Lascia un Commento