Triengen (LU): due crocifissi vanno tolti

A Triengen , un padre di un bambino, di nazionalità tedesca ma residente in Svizzera da molti anni, ha fatto richiesta prima alle autorità scolastiche e poi alle istituzioni comunali e cantonali per rimuovere il simbolo del cristianesimo dall’aula frequentata dal figlio. L’uomo, un ateo, ha vinto la battaglia contro il parere della direzione scolastica e del comune, che rimarcavano l’appartenenza del crocifisso alla cultura occidentale.

SE DISTURBA, VA TOLTO – La vicedirettrice del dipartimento scolastico del Canton Lucerna, Katrin Birchler, ha spiegato la decisione del Cantone al Neue Luzerner Zeitung :”Tendenzialmente i crocifissi possono rimanere appesi nelle aule scolastiche, fino a che nessuno ne venga disturbato. Se ne viene chiesta la rimozione, consigliamo di seguire la decisione del Tribunale federale del 1990, che aveva stabilito come l’esposizione del crocifisso in un’aula scolastica costituiscano un’infrazione della libertà religiosa”. Il caso ha ovviamente provocato le consuete reazioni politiche. I partiti borghesi, ovvero i liberali, i cristiano democratici e i conservatori hanno preso le difese del crocifisso, così come anche gli ecologisti. I giovani socialisti sono invece l’unica formazione politica che ha difeso la decisione, rimarcando come l’esposizione di simboli cristiani non sia più giustificabile nell’epoca della libertà religiosa.

http://www.giornalettismo.com/archives/87959/lucerna-crocifissi-scuola/

Tag:

Lascia un Commento