Da rivedere la legge sul suicidio assistito

La ministra di giustizia e polizia Eveline Widmer-Schlumpf intende rivedere la legge riguardante l’aiuto al suicidio. Le proposte del Consiglio federale inviate in consultazione – si va da una regolamentazione severa di questo settore fino alla limitazione delle attività di organizzazioni come Exit e Dignitas – hanno raccolto dure critiche.

Anche l’ASLP si era pronunciata a favore dello status quo, giudicando le proposte presentate dal governo reazionarie, oltre che nettamente in contrasto con la volontà della popolazione.

Le ragioni del dietrofront sul sito ticinonews.ch.

Lascia un Commento