Genitori musulmani multati a Basilea

Avevano proibito ai figli di frequentare i corsi scolastici di nuoto

Il cantone di Basilea Città ha multato per la prima volta cinque famiglie di fede musulmana che hanno impedito ai propri figli di frequentare le lezioni di nuoto alla scuola dell’obbligo.

La nuova legge cantonale sulla scuola, entrata in vigore un anno fa, prevede multe fino a 1’000 franchi per i genitori che trascurano i loro figli o che permettono loro di marinare la scuola. Alle famiglie spetta tra inoltre il compito di seguire le riunioni scolastiche e occuparsi dei risultati dei figli. Nell’ordinanza sono chiaramente specificate le varie competenze educative dei genitori e delle autorità, ma non viene fatto nessun riferimento a eventuali motivi di impedimento dovuti alla religione. Sul sito RSI il video della notizia.

Lascia un Commento