Strasburgo condanna la Polonia per non aver attivato l’insegnamento alternativo alla religione

Con sei voti favorevoli e uno contrario, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha accolto il ricorso presentato contro lo stato polacco dalla famiglia Grzelak, la quale lamentava che le autorità scolastiche non hanno organizzato un corso di etica per il proprio figlio e hanno omesso di dargli un giuridizio sulla pagella per quanto concerne la materia “religione o etica”.

http://www.uaar.it/news/2010/06/18/la-corte-di-strasburgo-condanna-la-polonia-per-non-aver-attivato-insegnamento-alternativo-alla-religione/

Lascia un Commento